Riscossione coattiva

COS’È’?

La riscossione coattiva è il procedimento con cui l’amministrazione esige il pagamento di un tributo (o anche di un credito non tributario) non pagato spontaneamente o a seguito della notificazione di un avviso di accertamento.

La riscossione coattiva avviene mediante la formazione di un titolo esecutivo tramite l’emissione di un’ingiunzione di pagamento.

In genere l’ingiunzione fiscale ( ex. art 2 R.D. 14 Aprile 1910 n° 639) comprende  il tributo non pagato, la sanzione, gli interessi al saggio legale ed il recupero delle spese di notificazione, oltre agli oneri di riscossione dovuti alla società di riscossione posti anch’essi a carico del contribuente, ed assegnano trenta giorni per il pagamento nonché sessanta giorni per proporre opposizione dinanzi gli organi giudiziari di competenza.

Trascorsi i sessanta giorni senza che il pagamento sia avvenuto si dispone della facoltà di porre in essere le procedure cautelari con il fine di garantire il credito, quali:

  • il fermo amministrativo sui beni mobili registrati,
  • l’ipoteca immobiliare,
  • il pignoramento presso terzi stipendiale nonché di fitti e pigioni.

Diversamente, per il pignoramento presso terzi delle pensioni nei limiti di legge, vengono esperite le procedure ordinarie dinanzi la competente autorità giudiziale

Linea diretta

coattiva@riscosrl.it

Clicca qui per i pagamenti TOSAP con
Sistema di Pagamenti Elettronici verso la PA