TOSAP - Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche

Cos’è la Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche


Per occupazione di spazi ed aree pubbliche, vengono intesi box, passi carrai, aree mercato/fiere, banconi, tavolini del bar, trabattelli e impalcature da lavoro, etc…
Le occupazioni di suolo, quindi, si dividono in due categorie:

  • sono permanenti le occupazioni di carattere stabile, effettuate a seguito del rilascio di un atto di concessione, aventi, comunque, durata non inferiore all’anno, comportino o meno l’esistenza di manufatti o impianti;
  • sono temporanee le occupazioni di durata inferiore all’anno.

Chiunque intenda occupare il suolo pubblico, in modo temporaneo o permanente.
Ai fini dell’imposizione si considerano rilevanti le occupazioni di qualsiasi natura, effettuate, anche senza titolo, nelle strade, nei corsi, nelle piazze e, comunque, sui beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile dei comuni e delle province.

Qual è la differenza tra occupazioni permanenti e temporanee?

Le occupazioni permanenti sono di carattere stabile, ed hanno una durata non inferiore ad un anno. Alcuni esempi di TOSAP di tipo permanente sono le tende, il passo carrabile, condutture, cavi. Le occupazioni temporanee sono quelle di durata inferiore ad un anno. Esempi di TOSAP temporanea sono i ponteggi, le occupazioni per effettuare traslochi, le occupazioni dei venditori ambulanti, ecc.

I parametri fondamentali di riferimento per il calcolo della TOSAP sono:

· durata (giorni per la temporanea e l’anno per la permanente)
· superficie occupata in metri quadri
· ubicazione (il territorio comunale è diviso in zone con differenti tariffe)
· scopo dell’occupazione (impalcature, giostre, tavolini, merce varia, banchi vendita merci da parte di ambulanti, ecc)

Come si richiede l’autorizzazione?

  • Inoltro da parte dell’occupante della richiesta di autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico al Comando di Polizia Municipale
  • Calcolo da parte della Risco dell’eventuale tassa da pagare
  • Pagamento della tassa da effettuare attraverso
    • pagoPA
    • bollettino postale sul C/C N. 001012271068 intestato a Risco S.r.l. – TOSAP
    • Bonifico sul seguente IBAN IT54 D076 0115 5000 0101 2271 068 Intestato a Risco S.r.l. -TOSAP
    • Bancomat o Carta di Credito
  • Rilascio dell’autorizzazione da parte del Comando

Come si ottiene il rilascio del cartello di divieto di sosta?

I proprietari di passi carrabili che intendano richiedere il diritto ad escludere l’area di uscita del proprio passo dalla sosta dei veicoli, ovvero il rilascio del relativo cartello di divieto di sosta con indicazione del numero di concessione, devono presentare richiesta all’Ufficio Tecnico del Comune. Dopo la stesura del provvedimento finale da parte dell’Ufficio, al contribuente viene consegnato il cartello di divieto di sosta da affiggere sul passo carrabile di proprietà.

La voltura del Passo Carrabile può essere effettuata alla Risco compilando l’apposito modulo.

Linea diretta

tosap@riscosrl.it

MAGGIORI INFORMAZIONI E RIFERIMENTI NORMATIVI

Clicca qui per i pagamenti TOSAP con
Sistema di Pagamenti Elettronici verso la PA